Case History

Entrare nel dettaglio

Presso la Pinacoteca di Brera lo Studio ha fotografato opere d’arte e i suoi particolari ad altissima risoluzione, per permetterne una stampa di grande formato che è stata poi allestita all’interno delle sale dell’Humanitas di Milano – Rozzano.

ATTREZZATURA E STRUMENTI

Presso la Pinacoteca di Brera lo Studio ha fotografato opere d’arte e i suoi particolari ad altissima risoluzione, per permetterne una stampa di grande formato che è stata poi allestita all’interno delle sale dell’Humanitas di Milano.

ANALISI

PRELIMINARI

DENTRO BRERA

Abbiamo effettuato un sopralluogo all’interno della rinomata Pinacoteca di Brera andando alla scoperta delle sue opere. Lo scopo principale di questa visita è stata una valutazione delle criticità e delle modalità tecniche di lavoro.

DIFFICOLTà

Per realizzare un servizio di questo tipo, ovvero la fotografia di opere d’arte, si va incontro a molteplici difficoltà. In questo caso lo Studio è stato incaricato di fotografare non solo opere nella sua interezza, ma anche particolari di queste.

POSIZIONE DEI DETTAGLI

Alcune di queste difficoltà vengono riscontrate quando ci troviamo di fronte ad opere di dimensioni elevate e il particolare richiesto si trova in una zona difficilmente raggiungibile, come a due/tre metri da terra.

RIFLESSO DEL VETRO

Per proteggere le opere d’arte i musei coprono le tele con un vetro protettivo. Per la sicurezza dell’opera questo tipo di precauzione è ottimale, ma per la fotografia è un aspetto non trascurabile in quanto il vetro crea un riflesso che va a inquinare l’obbiettivo e rovinare l’immagine.

DIMENSIONE DEI DETTAGLI

In molti casi, la richiesta del cliente è stata quella di realizzare delle riprese di dettagli delle opere d’arte. Per questo tipo di scatto, non solo la difficoltà sta nel posizionarsi ad una distanza perfetta dal dipinto, ma anche  avere una precisione nel taglio dell’inquadratura.

ANALISI TECNICA

QUANTI MEGAPIXEL?

Valutazione della tecnica di ripresa per ogni opera ottimizzando le tempistiche di lavoro durante e dopo lo scatto. Grazie all’utilizzo di una fotocamera apposita che realizza immagini di grandi dimensioni (400 Mpx), siamo in grado di stampare le riproduzioni dei quadri in formati giganti.
 
In questa fase principalmente noi dello Studio abbiamo analizzato le dimensioni e i rapporti di ogni opera per decidere se uno scatto bastasse a coprire il rapporto di ingrandimento o se ricorrere alla tecnica del mosaico per aumentare la risoluzione dell’immagine.

PRE-SHOOTING

QUALE FOTOCAMERA?

Grazie al sistema Hasselblad H6D-400C multi-shot distribuito da Fowa in tutta Italia, abbiamo realizzato gli scatti perfetti per queste opere d’arte. Il suo output di immagini da 400Mpx, abbinato a dati di colore RGB reali per ogni pixel, cattura ogni sottile sfumatura del soggetto.

Nella modalità Multi-Shot da 400Mpx, vengono effettuate sei acquisizioni. Le prime quattro comportano lo spostamento del sensore di un pixel alla volta per ottenere dati sui colori reali, le ulteriori due esposizioni vengono effettuate spostando il sensore di ½ pixel in orizzontale e poi di ½ pixel in verticale. Queste sei acquisizioni vengono quindi combinate per fornire una singola immagine da 400Mpx, offrendo una dimensione del file Tiff a 16 bit di 2,4 GB per fotogramma (23200 x 17400 pixel) e offrendo la massima risoluzione dell’immagine.

COLORE E GAMMA DINAMICA

QUALITÀ CROMATICA

Grazie alla profondità colore fino a 16 Bit otteniamo una resa cromatica PARI ALLA REALTÁ. I colori delle riproduzioni vengono calibrati grazie ad una scala colore universale di riferimento.

La Gamma Dinamica indica la capacità di visionare dettagli contemporaneamente in aree molto chiare e aree molto scure della scena. I 16Bit colore abbinati alla Gamma Dinamica da 15 f-stops della Hasselblad H6D 400c ci permette di ottenere un’immagine molto fedele alla visione dell’occhio.

RIPRESE

FOTOGRAFICHE

La precisione al millimetro è fondamentale per la fase di scatto. Più grandi sono le stampe e maggiore è la precisione necessaria durante questo processo.

PRECISIONE AL MILLIMETRO

Per ottenere un risultato ottimale c’è la necessità di posizionarsi ad una distanza perfetta tra l’opera d’arte e la macchina fotografica.

LUCI A LED

Per non compromettere l’opera d’arte utilizziamo luci LED che non scaldano: temperatura colore elettronicamente controllata e stabile a 5400K. La luce viene adattata ad ogni situazione per ottenere risultati perfetti.

TESTA A CREMAGLIERA

Grazie alle manopole micrometriche della testa Manfrotto a cremagliera siamo riusciti a regolare la posizione della fotocamera al meglio.

TECNICA DI RIPRESA

MODALITÀ MOSAICO

Le riproduzione delle opere e i loro dettagli sono stati eseguiti con la tecnica del “mosaico”, Il dipinto viene suddiviso in differenti sezioni che vengono fotografate singolarmente e assemblate in un’unica immagine. Questa tecnica consente di raggiungere una risoluzione pari a N moltiplicato per 400Mpx.

IL LAVORO

IN NUMERI

0
OPERE FOTOGRAFATE
0
PARTICOLARI
0
MEGAPIXEL
0 K
PIXEL MASSIMI
0
BIT

INAUGURAZIONE

BRERA IN HUMANITAS

ATTREZZATURA E STRUMENTI

hai in mente un progetto?

CONTATTACI

Form tutto il sito